giovedì , 21 settembre 2017
Home / Nazionale / Presentata la finale Women’s Champions League

Presentata la finale Women’s Champions League

Il 26 maggio, presso lo “Stadio del Tricolore” di Reggio Emilia, andrà in scena la finale della Champions League femminile. L’evento, che si profila di assoluto rilievo, è stato presentato oggi, a 100 giorni esatti dalla finale, nella “Sala del Tricolore”. La partita, che verrà giocata alle ore 18 e verrà trasmessa dall’emittente EUROSPORT, anticiperà la finale dell’analoga competizione maschile che si terrà a Milano. Alla presentazione odierna era presente il presidente della FIGC Carlo Tavecchio che ha sottolineato l’enorme importanza del calcio femminile all’interno del panorama sportivo italiano:Lo sviluppo del calcio femminile è determinante per la crescita del sistema calcistico italiano nel suo complesso. La FIGC crede in questo progetto perché, oltre alle grandi potenzialità sportive, ne condivide anche l’importante messaggio sociale e culturale.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Karen Espelund, Membro del Comitato Esecutivo UEFA e presidente della Commissione per il calcio femminile: “Si incontreranno allo Stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia, i due più importanti club d’Europa. Il prezzo dei biglietti sarà accessibile a tutti perché la nostra speranza è quella di portare quante più famiglie e bambini ad assistere alla partita. L’evento sportivo, quindi, vuole fungere da traino per un definitivo cambiamento culturale e sociale che culmini con il completo raggiungimento delle pari opportunità pure in ambito sportivo.

Adriana Spazzoli, Operational Marketing and Communication Director Mapei e vice-presidente del Sassuolo Calcio, dopo aver “accolto” la coppa che verrà consegnata alla più forte squadra d’Europa, si è inoltre soffermata sui dettagli organizzativi: “Come proprietari dello Stadio Città del Tricolore abbiamo la responsabilità decisiva di essere all’altezza di un evento internazionale così importante. Il compito è sicuramente impegnativo, ma abbiamo iniziato a lavorare da tempo per mettere a disposizione uno stadio accogliente, ben organizzato e soprattutto tecnologicamente all’avanguardia, pronto per questa grande manifestazione sportiva e per altri grandi Eventi. Anche come Sassuolo Calcio stiamo impiegando le nostre migliori energie per supportare l’UEFA e la Federazione Italiana Giuoco Calcio nel trasformare questo evento internazionale in una grande festa per famiglie, bambini e ragazzi pronti ad accogliere con entusiasmo le calciatrici migliori che si sfideranno sul nostro campo in una Finale che sarà certamente l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo delle donne nel calcio moderno”. A rappresentare le istituzioni politiche e a fare gli onori di casa era presente il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, che ha sottolineato come questo evento sarà occasione di promozione per il territorio reggiano ed emiliano, in virtù delle tante attività organizzate da vari enti in simbiosi con la finale stessa: “E’ un motivo di orgoglio che UEFA e FIGC abbiano scelto Reggio come luogo ideale per disputare un incontro così importante e, ancora una volta, sapremo dimostrarci all’altezza. Sarà una grande festa, per tutti: molto più di una sfida di calcio. Nei mesi precedenti organizzeremo una serie di eventi in città e nelle scuole, per coinvolgere a più livelli la cittadinanza. Reggio Emilia negli ultimi anni si è trasformata in un laboratorio del “calcio senza barriere”, grazie alla collaborazione con le società sportive, la Prefettura, gli organi di polizia. Un messaggio che vogliamo portare avanti e diffondere.”


foto: Gazzetta di Reggio, Eurosport

Testimonial della finale della Women’s Champions League sarà Patrizia Panico, attaccante della Fiorentina Femminile. Panico vanta il record di presenze con la Nazionale italiana, ben 204. In occasione della presentazione della finale sono state premiate anche altre giocatrici italiane che hanno raggiunto e superato le 100 gare con la maglia azzurra: Alessia Tuttino e Melania Gabbiadini. Tanti volti noti in platea: dai C.T. Antonio Conte e Antonio Cabrini a Fiona May, in qualità di  capo delegazione della Nazionale Femminile Under 19 e presidente della Commissione FIGC per l’integrazione e la lotta al razzismo, Roberto Rosetti, Event Coordinator della Finale e Rosella Sensi, Delegata al Dipartimento Calcio Femminile LND. Da segnalare pure la presenza delle rappresentanze del Sassuolo Calcio, della Reggiana 1919 e dell’ASD Reggiana Calcio Femminile.

La finale della Women’s Champions League sarà l’evento apicale di una serie di iniziative e progetti che avranno luogo prima dell’evento del 26 maggio. Innanzitutto si terranno una serie di attività rivolte alle scuole primarie e secondarie, inoltre la città di Reggio Emilia, con largo anticipo, si vestirà a festa per celebrare questo evento internazionale. Preludio alla finale sarà l’Elite Round del Campionato Europeo Femminile Under 17 (girone 4), che verrà ospitato in Romagna dal 15 al 20 marzo. Il trofeo, inoltre, verrà esposto per la gioia di tifosi e appassionati. Anche il Sassuolo Calcio partecipa attivamente al progetto “Road to the Final”, comprendente le iniziative già citate, con una massiccia campagna di promozione allo stadio e coinvolgendo attivamente gli Under 16 iscritti a società sportive e a tesserate del calcio femminile.

Lo “Stadio del Tricolore” si conferma, così, in impianto di caratura internazionale, come testimoniano le tante gare giocate nell’impianto reggiano dalle Nazionali azzurre: per 5 volte si sono svolte gare della Nazionale Under 21 e per 3 volte della Nazionale maggiore femminile. Una apparizione in questo impianto anche per gli Azzurri, nel 1995. Reggio Emilia si conferma, così, una città che ha fatto dello sport uno dei più validi strumenti di sviluppo culturale e sociale oltre che di inclusione e di lotta alle discriminazioni.

Da oggi sono in vendita i biglietti per la finale del 26 maggio, distribuiti presso le rivendite Vivaticket, ma anche presso i botteghini dell’impianto reggiano in occasione delle partite casalinghe del Sassuolo, a partire dal match contro il Milan.

Al momento la competizione è giunta ai quarti di finale e in gioco c’è ancora una formazione italiana: il Brescia Calcio Femminile, che affronterà il Wolfsburg, una delle candidate alla vittoria finale. La Champions League femminile, infatti, è stata fin dalla sua prima edizione (2001/2002) caratterizzata dal dominio quasi incontrastato delle formazioni tedesche, il Brescia, però, può scrivere una nuova e fantastica pagina di storia del calcio femminile e di tutto lo sport italiano.

Appuntamento allo “Stadio del Tricolore” il 26 maggio.

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Gabriele Gandolfi

Gabriele Gandolfi
Studente di Giurisprudenza, vive a Sassuolo e tifa Sassuolo, al Mapei è una presenza fissa. Scrive di calcio per passione e lo fa solo sulle nostre pagine.

Potrebbe Interessarti

CLAMOROSO – Nazionale U19: Scamacca cacciato dal ritiro

Ha del clamoroso la decisione del ct della Nazionale U19, Paolo Nicolato, che ha rispedito …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi