martedì , 21 agosto 2018
Home / TIM Cup / E. League / Le pagelle di Athletic Bilbao-Sassuolo: quasi tutti sufficienti

Le pagelle di Athletic Bilbao-Sassuolo: quasi tutti sufficienti

L’orgoglio e la grinta non vanno a referto: per il Sassuolo, l’avventura in Europa League termina alla quinta giornata della fase a gironi. Athletic-Sassuolo è stata una gara equilibrata, giocata a viso aperto da entrambe le squadre: i neroverdi, dopo un primo tempo titubante, si sono sciolti e hanno tentato con più insistenza i contrasti sugli avversari. Athletic più forte? Forse. Ma possiamo almeno dire che ci è sembrata una squadra tutt’altro che imbattibile? Stavolta l’episodio a favore lo abbiamo avuto noi, ma ha avuto l’effetto inverso: invece di demoralizzare il Bilbao, lo ha ravvivato, essendo soltanto il secondo minuto di gioco. Neroverdi più che sufficienti in tutti i reparti: ad un Lirola in calo si bilanciano le ascese prepotenti di Ricci e Ragusa, che in campo europeo hanno fornito prestazioni più convincenti di quelle in campionato.

Sassuolo-Athletic Bilbao
Sassuolo-Athletic Bilbao (foto: repubblica.it)

 

LE PAGELLE NEROVERDI DI ATHLETIC BILBAO-SASSUOLO

Andrea CONSIGLI 6: paratona su Williams nel primo tempo, ma ha paura a bloccare il pallone e non trasmette sicurezza al reparto. Sbatte contro Acerbi nel tentativo di prendere un pallone vagante, azione poi sprecata da Merino.

  • IL PEGGIORE: Pol LIROLA 5: non replica la partita dell’andata, neanche lontanamente. Si vede pochissimo in attacco, dietro barcolla e, spesso e volentieri, molla: male sui gol di Aduriz e Lekue. 

Paolo CANNAVARO 5,5: qualche errore di disimpegno, salta coi tempi sbagliati su Aduriz in occasione del terzo gol: il bomber basco risulterà poi l’assistman per Lekue.

Francesco ACERBI 6+: l’ultimo a mollare, come sempre. Se le dà di santa ragione con un mostro come Aduriz senza alcun timore.

Marcello GAZZOLA 6,5: qualche buon intervento nel primo tempo, poi l’Athletic si abbassa e lui corre meno pericoli.

Davide BIONDINI 6: ci mette tanta grinta. Rimette qualcosa in termini di velocità nei momenti di grande intensità, ma è sempre bravo a farsi trovare tra le linee una volta recuperata palla (dal 70′ Alessandro MATRI 6-: guadagna un paio di falli, ma non si vede laddove gli veniva richiesto: in the box).

Francesco MAGNANELLI 6+: non è ancora il vero Puma. Qualche verticalizzazione improvvisata e un’interdizione ancora poco efficace le uniche pecche. Nel difendere palla e guadagnare fallo è uno dei migliori.

Lorenzo PELLEGRINI 6,5: non tocca molti palloni, ma quando si ritrova la sfera tra i piedi nessun tocco è banale. Dialoga più che altro con Ragusa e Biondini: a quest’ultimo in particolare regala un paio di palloni filtranti stupendi (dal 71′ Simone MISSIROLI SV: tocca pochissimi palloni, difficile dargli una valutazione).

  • IL MIGLIORE: Antonino RAGUSA 7: possiamo parlare fino a Natale di quanto sia impacciato nei dribbling o di alcuni suoi tocchi inspiegabili che si porta dietro dal giorno dell’esordio. Ma stiamo parlando di un giocatore che nel giro di pochi mesi è passato dalla Serie B al San Mamés senza soffrire alcun tipo di pressione. Questa è la sua vittoria più grande. Segna il gol della speranza e si inserisce bene in occasione dell’autogol di Balenziaga, ma per tutta la partita si fa trovare pronto per ricevere palla e correre verso la porta. Davvero encomiabile. 

Gregoire DEFREL 6+: al secondo minuto è già protagonista con un dribbling+passaggio per Ragusa da far impazzire. Aiuta molto i compagni a salire. Sul 2-1 sbaglia un gol che sembrava già fatto, ma angolare il pallone poteva essere un azzardo. E poi, questo non lo scopriamo oggi, la freddezza sotto porta non è certo una qualità del francese (dal 75′ Matteo POLITANO 6: porta un po’ di verve in più all’attacco. Suo il cross che porterà poi al gol di Ragusa).

Federico RICCI 7: non segna, ma se la gioca con Ragusa per la palma di migliore in campo. Come detto nell’introduzione, questo giocatore soffre se raddoppiato o triplicato, ma nell’1 contro 1 è fenomenale. E purtroppo, con il tipo di squadre che ci sono in Italia, questa situazione di gioco scarseggia. Aiuta un Lirola in grande difficoltà in fase di uscita, davanti cerca spesso il lancio per Ragusa e i dribbling su Balenziaga.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Gabriele Boscagli

Appassionato di calcio, ha deciso di condividere la passione per il Sassuolo con noi di Canale Sassuolo. In redazione è il pilastro del settore giovanile.

Potrebbe Interessarti

roberto de zerbi allenatore sassuolo

Mister De Zerbi dopo Sassuolo-Ternana: “Se il talento lavora con il divertimento può nascere qualcosa di interessante”

Sassuolo-Ternana 5-1. Neroverdi qualificati al quarto turno eliminatorio di TIM Cup. A margine di questo incontro …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi