venerdì , 22 settembre 2017
Home / Notizie Neroverdi / In quale stadio giocherà il Carpi in Serie A?

In quale stadio giocherà il Carpi in Serie A?

Il Carpi è in Serie A, chi l’avrebbe mai detto. Non lo aveva immaginato neanche il tecnico Fabrizio Castori che a inizio stagione aveva dichiarato: “Lotteremo per la salvezza“. E invece la squadra biancorossa è stata promossa per la prima volta nella sua storia nel campionato di massima serie con quattro giornate di anticipo.

Ma dove giocherà il Carpi le partite casalinghe, al Mapei Stadium? La risposta è no, ma partiamo dal regolamento: la capienza minima regolamentare per il campionato di Serie A è di 20.000 posti, con deroga fino a 16.000 posti, mentre per la Serie B è di 10.000 posti. Tutti gli impianti devono avere solo posti a sedere e numerati; inoltre, negli Stadi di Serie A e Serie B deve essere riservato ai sostenitori della squadra ospite un settore avente una capienza minima pari al 5% del totale dell’impianto.

Il Carpi attualmente gode di una deroga che gli permette di disputare le gare casalinghe allo Stadio Cabassi che conta 4.164 posti; e nonostante i progetti di ampliamento che porterebbero l’impianto a 7.002 posti, lo stadio carpigiano non sarebbe comunque adeguato per la Serie A.

Le intenzioni di società e autorità cittadine sono quelle di poter giocare “in casa” a tutti gli effetti, e pochi giorni fa Alberto Bellelli, il sindaco di Carpi, ai microfoni di Sport Mediaset ha dichiarato: “Faremo di tutto per giocare a Carpi“, riportando l’esempio dell’Eibar: “L’Eibar ha uno stadio da 5mila posti eppure gioca in Liga e ospita Real Madrid e Barcellona“. Le probabilità che i lavori di ampliamento possano essere conclusi in tempi rapidi sono minime, come minime sono le probabilità che al Carpi venga concessa una nuova deroga per poter disputare al Cabassi le gare di Serie A.

Escluso quindi l’impianto di Carpi, quali sono le alternative? Si ragiona su due diverse soluzioni: Modena e Parma. La prima resta la soluzione più praticabile e logica: lo Stadio Braglia dista circa una ventina di chilometri dalla cittadina modenese, ma l’idea non farebbe impazzire i tifosi, considerata la rivalità tra le due squadre. Il sindaco di Modena, agli inizi dello scorso aprile, aveva dichiarato: “Se il Carpi dovesse salire in Serie A, mi impegnerò insieme al Modena Calcio affinché possa giocare al Braglia”.

Resta dunque il Tardini: con il club ducale recentemente retrocesso in Serie D, l’ipotesi che il Carpi possa giocare a Parma diventa sempre più concreta. A tal proposito si stanno muovendo gli sponsor per permettere al neopromosso club di giocare al Tardini quasi a costo zero. Discorso diversi per i tifosi che, per seguire la propria squadra, potrebbero trovarsi costretti a trasferte da 60 chilometri.

tardini

Ti è piaciuto questo articolo?  Continua a seguire Canale Sassuolo, tutte le notizie sul Sassuolo Calcio.

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Redazione

La redazione di Canale Sassuolo è costantemente al lavoro per fornirvi informazioni in tempo reale riguardo al Sassuolo Calcio.

Potrebbe Interessarti

Buon Compleanno a Davide Frattesi, oggi maggiorenne

Oggi il giovane centrocampista Davide Frattesi, spegne 18 candeline, diventando quindi maggiorenne, uno dei traguardi …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi