lunedì , 19 novembre 2018
Home / Notizie Neroverdi / Il futuro del Sassuolo nelle mani di un Dj?

Il futuro del Sassuolo nelle mani di un Dj?

Ottobre 2017. Lei era la tipica Cenerentola che alla fine sposa il principe in un fastoso “Royal Wedding”. Lui era il principe Filippo di Serbia. La cornice era quella di un matrimonio regale, quello in cui la designer Danica Marinkovic convolava a nozze con il secondo in linea di successione al trono di Serbia, il principe Filippo. La cerimonia veniva celebrata il 7 ottobre 2017.

Quei bravi ragazzi
Esattamente due anni dopo, attendendo il big match di Domenica 7 ottobre 2019 al San Paolo tra Napoli e Sassuolo, un altro Filippo, serbo pure lui, potrebbe forse sposare una maglia da titolare. “Djuricic è un mio pallino” afferma De Zerbi in un’intervista.
Abbiamo portato a Sassuolo due ragazzi molto in gamba, che ci potranno dare sicuramente un grande contributo” erano state le parole di Giovanni Carnevali il 7 luglio 2018, il giorno della presentazione di Federico Di Francesco e Filip Djuricic. “Sapranno dimostrare tutto il loro valore, che non hanno ancora espresso al cento per cento. Hanno caratteristiche precise che ha richiesto l’allenatore e hanno espresso entusiasmo per la possibilità di giocare col Sassuolo” aggiungeva Giovanni Rossi, direttore sportivo.

Alla domanda sul suo ruolo in campo, Filip Djuricic rispondeva cosí: “Preferisco giocare come trequartista, ma posso giocare anche come falso nove
Sugli obiettivi: “il primo obiettivo è crescere assieme alla squadra, e poi dare il cento per cento per tornare a segnare gol e fare assist”.

Filip Djuricic Sassuolo 2019
foto: Gazzetta.it

La parola era passata poi a Federico Di Francesco, che oltre ad alcune prestazioni maiuscole, qualche mese dopo, nel posticipo della settima di campionato contro il Milan, avrebbe sprecato due grandi occasioni da gol, venendo sostituito al 12’ del secondo tempo dal ventunenne Boga. Sempre al 12’s.t., Djuricic subentrava a Bourabia e si rendeva protagonista di una prestazione convincente (dopo quella altrettanto positiva nel turno infrasettimanale della sesta giornata contro la Spal) e anche del goal della bandiera. Quello che rendeva meno amara la disfatta del 4 a 1 contro il Milan.

Per me la fiducia di allenatore, direttore e società è molto importante. Alla Sampdoria non ho giocato mai, qui voglio dimostrare le mie qualità, ma sará il campo a parlare”. Le ultime parole di Djuricic in occasione della presentazione rimandano al momento forse più difficile della sua carriera.

Eredivisie: l’età dell’oro
L’apice della carriera, Filip Dj lo ha toccato non ancora ventenne: era il 2010/2011, giocava con l’Heerenveen già da due stagioni e in 39 gare, tra Eredivisie (campionato di vertice dei Paesi Bassi) e KNVB Becker (coppa dei Paesi Bassi) segnò 13 reti e sfornò ben 17 assist. L’anno dopo, aggiungendo l’Europa League alle due competizioni nazionali olandesi, furono 10 le marcature in 37 gare.

Naufragando in Europa
La squadra più titolata del Portogallo, il Benfica, lo acquistò per 6 milioni già da febbraio 2013, e Djuricic si trasferì a Lisbona ad agosto. A settembre segnò al suo debutto in Champions nella gara vinta 2-0 contro l’Anderlecht, ma fu un fuoco di paglia, se consideriamo che dal 2013 al 2016 Djuricic ha collezionato solo 49 presenze e un gol rimbalzando tra il Benfica e le massime divisioni europee in cui è finito in prestito: Liga Portoghese-Benfica; Bundesliga-Magonza; Premier League-Southampton; Pro League-Anderlecht.

Filip Djuricic

Approdando in Italia
Al centrocampo della Sampdoria, il tecnico Giampaolo ha preferito giocatori come Torreira, Linetty, Praet, Capezzi, Verre. Per Djuricic non c’era posto nemmeno nel suo ruolo d’elezione, con trequartisti come Alvarez, Ramirez e a un certo punto della stagione 2017/2018 anche Caprari a relegarlo in tribuna. Morale della favola: tweet polemici per il fatto di allenarsi da solo in palestra e conto alla rovescia in attesa della scadenza del contratto con la Samp.

Poi a gennaio 2018 il prestito secco al Benevento del neo mister de Zerbi. Djuricic inizia a rivedersi in campo collezionando, alla fine della stagione 2018/20, 15 presenze.

Infine l’approdo a Sassuolo nel luglio 2018 e il nostro fantasista serbo che vuole più voce.
Chissà se De Zerbi stia ascoltando la canzone “Volume” degli Articolo 31: “Più volume ho, più ne vorrei, stasera il futuro del Sasol è nelle mani di un Dj(uricic)

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Aldo De Sanctis

Aldo De Sanctis
Abruzzese geograficamente vicino ai neroverdi chietini, tifoso di Roberto De Zerbi a partire da Benevento, scrive per passione, risponde con entusiasmo al “we want you!” di CanaleSassuolo.it e inizia a seguire con orgoglio il mondo del Sassuolo!

Potrebbe Interessarti

I giocatori del Sassuolo a pranzo con i bambini della Scuola d’Infanzia “Don Milani”

Una mattinata speciale per i bambini della Scuola d’Infanzia “Don Milani” di Sassuolo, a fargli …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi