giovedì , 18 gennaio 2018
Home / Campionato / Genoa-Sassuolo 1-0: striscia positiva interrotta, la prima vera sconfitta di Iachini

Genoa-Sassuolo 1-0: striscia positiva interrotta, la prima vera sconfitta di Iachini

Gli intoppi capitano. Ieri, indubbiamente, il Sassuolo si trovava davanti una buona occasione per allungare il passo sulla zona calda della classifica. Occasione sprecata, sicuramente, e Iachini che perde ancora una volta una sfida contro il Genoa.

Si può dire che questa sia la prima vera sconfitta del tecnico marchigiano, dato che quella contro la Fiorentina è arrivata a pochi giorni dal suo approdo in neroverde e quella in Coppa Italia contro l’Atalanta è stata poco più di un’amichevole d’allenamento per chi aveva giocato meno…

Il suo Sassuolo, è innegabile, gioca sempre da squadra. Ormai questo è assodato. Il gioco c’è, i movimenti pure. I giocatori fanno quello che possono, attaccano compatti e cercano di dare la palla a chi avrebbe il dovere di bucare la rete avversaria.

Leggi anche > IACHINI: “GRANDE RAMMARICO, POSSIAMO FARE DI PIU'”

foto: foxsports.it

È qui che il gioco si impantana. In una partita nella quale Politano è meno ispirato del solito, ci troviamo di fronte – ancora una volta – ad una inspiegabile prestazione di Berardi. Per non parlare dell’involuzione di Falcinelli che, stavolta, non ha quasi mai preso parte al gioco di squadra, limitandosi ad attendere la palla dai compagni.

Meglio Matri, che perlomeno ci ha provato: vorrà mettersi in mostra per cercare un nuovo approdo in questo mercato invernale… Un attaccante che segni con continuità serve, questo è indubbio. Se c’è una riflessione che Carnevali doveva fare dopo questa partita, è questa. Senza se e senza ma. Al 7 gennaio, quello del Sassuolo è il peggior attacco del campionato.

Leggi anche > GOLDANIGA: “DISPIACE PER IL RISULTATO, MA CI TENIAMO STRETTA LA PRESTAZIONE”

foto: foxsports.it

Riflessione che va estesa anche alla difesa, dove l’unico scivolone riguarda Acerbi. Clamorosamente assente sullo stacco impetuoso di Galabinov, dispiace dirlo, ma la sua unica stecca pesa come un macigno. Due centrali, anche di riserva, servono come il pane. A maggior ragione se Peluso dovesse andare via e anche perché Iachini ha confermato che Letschert non si rivedrà in campo prima della fine della stagione.

In conclusione, la sconfitta contro una diretta concorrente può starci (specie perché decisa da un episodio) ma non fa bene al morale. D’altro canto, però, la lotta salvezza sembra intensificarsi tra le ultime quattro squadre, resa interessante anche dal ritorno alla vittoria del Benevento.

Se la striscia positiva di Iachini si è bruscamente interrotta, la pausa servirà a riprendere fiato e voglia di fare. E, magari, rientrare contro il Toro con grinta e passionalità…

Leggi anche > LE PAGELLE DI GENOA-SASSUOLO: NEROVERDI BEFFATI DA GALABINOV

foto: foxsports.it
GUARDA ANCHE: .

Riguardo Giuseppe Guarino

Giuseppe Guarino
Da Benevento si è innamorato dei colori del Sassuolo. Giornalista pubblicista e laureato in Relazioni Internazionali, scrive con passione del mondo neroverde.

Potrebbe Interessarti

Peluso verso Sassuolo-Torino: “In casa dobbiamo fare più punti possibile”

Federico Peluso in conferenza stampa ha parlato della situazione del Sassuolo che domenica al Mapei …