venerdì , 21 luglio 2017
Home / Notizie Neroverdi / Fontanesi: una promessa che sa di conferma

Fontanesi: una promessa che sa di conferma

“Non ha ancora la patente, lo portano agli allenamenti la mamma e il papà”: questa la dichiarazione di un divertito Di Francesco nel dopo-partita di Sassuolo-Milan. A chi si riferiva? Manco a dirlo a Leonardo Fontanesi, il giovanissimo difensore prodotto della primavera neroverde che, dopo l’inaspettato esordio contro il Palermo, ha raccolto la seconda presenza stagionale domenica scorsa, contribuendo alla vittoria contro i rossoneri.

Leonardo, 19 anni compiuti da poco, ha ricoperto in entrambe le occasioni il ruolo di terzino destro per tamponare l’emergenza delle assenze contemporanee di Vrsaljko e Gazzola. Il giovane, originario di Correggio, non ha esitato a dimostrare grande personalità pur in un ruolo non suo: infatti, nella primavera di mister Mandelli l’abbiamo visto normalmente schierato come difensore centrale.

Una duttilità messa in luce dall’allenatore del Sassuolo, che ha lodato anche il ragazzo e non solo il calciatore: “Fontanesi studia con profitto ed è un esempio per molti suoi coetanei. Ha capito che la cultura rende più consapevoli”. Ci permettiamo di aggiungere che l’esempio di Leonardo dovrebbe essere seguito anche da altri sportivi con qualche anno di più, forse troppo presi dal loro essere “personaggi” e che rischiano di concentrarsi sulla forma più che sulla sostanza, con ripercussioni anche sulla loro carriera sportiva.

fonte: sassuolocalcio.it
fonte: sassuolocalcio.it

Carriera tra i professionisti che Fontanesi ha iniziato nel migliore dei modi, lottando in campo senza risparmiarsi: basti pensare che in entrambe le partite giocate è stato costretto a lasciare il posto rispettivamente a Natali e a Magnanelli perché vittima di crampi. Questo a dimostrazione che il numero 21 neroverde non si è certo fatto intimorire davanti alla platea del massimo campionato e ha giocato tutte le sue carte, meritando il plauso del pubblico e degli addetti ai lavori.

Infine, come ha sottolineato ancora una volta Di Francesco su sollecitazione di alcuni colleghi, il giocatore non ha un procuratore “e questo è un aspetto decisamente positivo. È bene non illudere i giovani con contratti troppo facili. Teniamolo senza contratto per tre, quattro anni!” ha concluso con una battuta il mister.

Rinnoviamo il nostro in bocca al lupo a Leonardo nella speranza di vederlo a lungo in maglia neroverde. E tra le speranze mettiamo anche quella che il suo non sia un caso isolato, ma che a sempre più giovani giocatori italiani sia data la sua stessa possibilità di mettersi in luce sul palco della serie A.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Sassuolo, prima sgambata ok: 21 gol alla Rappresentativa Val Isarco

Il Sassuolo ha disputato oggi la prima amichevole della stagione 2017/2018. La gara contro la …

CHIUDI
CLOSE

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi