giovedì , 21 settembre 2017
Home / Campionato / Delusione sacrosanta, ma realismo necessario

Delusione sacrosanta, ma realismo necessario

Addio imbattibilità casalinga. Il Sassuolo non ha di certo messo in campo la sua miglior prestazione contro il Bologna, inutile nasconderlo. Alcune premesse non facevano presagire nulla di buono: le assenze contemporanee di Magnanelli e Missiroli hanno costretto Di Francesco a dare carta bianca a Pellegrini e Laribi, che hanno avuto più di una difficoltà nel contrastare la squadra felsinea, in un ottimo momento di forma anche e soprattutto grazie alla cura Donadoni.

Purtroppo, come già avvenuto contro Torino e Frosinone, i neroverdi sono andati sotto in casa e si sono trovati a rincorrere. La luce si è accesa solo al momento della necessità di recupero, mentre per gran parte della partita è stato il Bologna a creare molto di più. I rossoblù hanno sostanzialmente meritato la vittoria: sicuramente hanno vinto i loro sostenitori, che hanno invaso il Mapei Stadium facendo sentire Destro e compagni come a casa.

 

fonte: sassuolocalcio.it
fonte: sassuolocalcio.it

Dopo due partite nel girone di andata si era a punteggio pieno, mentre ora non si è raccolto nulla. Quindi è senz’altro comprensibile la delusione della tifoseria, ma è più che mai necessario fare un bagno di realismo: il Sassuolo ha come obiettivo la salvezza, che è già virtualmente raggiunta (pur con tutti gli scongiuri del caso). Questo già è un elemento che deve far sorridere i tifosi e, in questo momento di oggettiva difficoltà, portarli a serrare i ranghi e iniziare ad incitare senza sosta i propri beniamini, cercando di essere davvero il dodicesimo uomo in campo.

Fare qualcosa di più da parte dei sostenitori non significa certo non sottolineare le carenze delle ultime prestazioni: si deve sicuramente segnare di più, ma quando la squadra avversaria gioca meglio e, come ha affermato Andrea Consigli, si dimostra più coesa, è giusto riconoscerne i meriti. E anche il Sassuolo ha i suoi meriti, che dimenticare sarebbe un delitto. Quindi rialzare la testa da parte della squadra è doveroso ma, dall’altra parte, già a partire dalla trasferta di Bergamo è bene far sentire la propria vicinanza agli stessi ragazzi che, finora, hanno dato ai tifosi più di una soddisfazione.

di Massimiliano Todeschi

 

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

stefano sensi

Stefano Sensi dopo Cagliari-Sassuolo: “Vittoria che dà morale”

Stefano Sensi si conferma protagonista, nella sfida contro il Cagliari parte dalla panchina per subentrare …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi