domenica , 18 novembre 2018
Home / Campionato / De Zerbi post Spal-Sassuolo 0-2: “La squadra ha qualità, ma la classifica non ci deve illudere”

De Zerbi post Spal-Sassuolo 0-2: “La squadra ha qualità, ma la classifica non ci deve illudere”

Roberto De Zerbi è il tecnico della rinascita di un Sassuolo che sembra davvero aver cambiato pelle rispetto alla scorsa stagione. La vittoria di Ferrara ha confermato la tenacia e la grinta della squadra neroverde, capace di soffrire ma di portare comunque a casa il bottino pieno. Ai microfoni di Sky Sport l’allenatore bresciano ha palesato la sua soddisfazione lodando i suoi giocatori.

“Stiamo raccogliendo quello che in queste sei partite abbiamo meritato” esordisce il mister. “Non voglio però pressioni, i ragazzi devono giocare liberi di testa ma con la giusta cattiveria. Chi ha giocato oggi aveva trovato finora meno spazio: bisogna fare i complimenti alla Società che ha allestito una squadra di altissima qualità ed è giusto cambiare ogni tanto, non pensando alla gara di domenica ma perché Djuricic e Boga erano adatti a questa gara. Il gol di Matri è la ciliegina sulla torta: si è sempre allenato benissimo e non aveva ancora giocato probabilmente nel mondo del calcio ha fatto quel che altri non hanno fatto. L’abbraccio di tutta la panchina dimostra che prima della tattica e della tecnica viene il gruppo e il rispetto, cose che cerco di trasmettere sempre. Ci stiamo integrando bene e questo è il nostro principale segreto”.

fonte: foxsports.it

Leggi anche > LE PAGELLE DI SPAL-SASSUOLO 0-2

La posizione di classifica potebbe portare a sognare: “Non mi preoccupa la classifica in sé ma temo il pensiero che passa dalla testa dei giocatori. Bisogna essere entusiasti e non fermarsi davanti alle difficoltà o ai complimenti: non dobbiamo invece pensare di essere già arrivati, molti non sono stati ancora protagonisti in questa categoria, io per primo. Djuricic è un mio pallino ma lo dovrebbe essere per chiunque ami il calcio: ha fallito il terzo gol e deve imparare ad essere più concreto e determinante. Se possiamo diventare l’Atalanta del futuro? Dobbiamo crescere e migliorarci ancora, ogni partita deve servire per fare esperienza, ce la possiamo conquistare soltanto mettendo i piedi in campo e andando incontro agli inevitabili errori”.

“La voglia e la cattiveria sono fondamentali” conclude De Zerbi “e mi ritengo soddisfatto dato che oggi abbiamo alzato di molti metri la pressione. Fino alla scorsa partita eravamo belli con la palla ma meno intensi quando l’avevano gli altri. Una squadra deve invece essere completa ma chi vuole giocare a calcio si ritrova spesso in punta di piedi: io invece amo le squadre che quando è il caso di andare a contrasto o nei duelli si buttino con tutta la cattiveria necessaria”.

GUARDA ANCHE:
POTREBBE INTERESSARTI:

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Leonardo Sernicola

Sernicola operato a Pavia: sarà un lungo stop per il difensore neroverde

Leonardo Sernicola, nel pomeriggio di domenica scorsa, è stato sottoposto ad un intervento per la …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi