domenica , 24 settembre 2017
Home / Notizie Neroverdi / Con il numero 10…Domenico Berardi?

Con il numero 10…Domenico Berardi?

Sembra ormai chiaro il destino di Simone Zaza e Domenico Berardi. Come si va ripetendo da settimane, il primo è destinato a vestire da subito la maglia della Juventus, mentre il gioiello calabrese sarà “parcheggiato” dalla vecchia signora a Sassuolo per un’altra stagione, prima di fargli spiccare il volo nella città della Mole.

Per i tifosi neroverdi il fatto di poter contare ancora per un campionato sull’estro di Domenico è senza dubbio una buona notizia. Pensare ad un futuro troppo lontano può essere controproducente, quindi bando ai sogni di gloria a breve termine: siamo certi che tra le prime dichiarazioni della stagione 2015/2016 di mister Di Francesco figureranno altri richiami all’unico, primario obiettivo sassolese: la salvezza.

Certo è che le prestazioni di un talento cristallino come Berardi permettono anche ai più prudenti di perdersi in qualche sogno di gloria e ipotizzare traguardi più ambiziosi. Questo è tanto più vero dopo che, proprio nell’ultima settimana, abbiamo visto Domenico ben figurare all’Europeo under-21 (che si è purtroppo già concluso per gli azzurrini), vestendo una maglia di un certo “peso”…

fonte: repubblica.it
fonte: repubblica.it

Già, la maglia azzurra numero 10, vestita negli ultimi anni da campioni del calibro di Roberto Baggio, Alessandro Del Piero, Francesco Totti…e se nella prossima stagione il 10 del Sassuolo fosse proprio Berardi?

Il numero che tutti i ragazzini appassionati di calcio vorrebbero vestire è stato portato sulle spalle da Simone Zaza nelle ultime due stagioni. Ma con la partenza della punta lucana potrebbe essere il momento di Domenico, sempre che non voglia lui per primo mantenere il 25 vestito nelle ultime stagioni o, ancora, che il calciomercato porti a Sassuolo qualche acquisto degno di indossare quella maglia.

A nostro avviso affidare il 10 a Berardi sarebbe un giusto riconoscimento del valore di Domenico e dell’apporto dato nelle stagioni in cui il Sassuolo si è affacciato sul palcoscenico della serie A e consoliderebbe il suo ruolo chiave per il gioco della compagine neroverde.

Certo, i numeri sono simboli, ma anche i simboli hanno il loro valore e, di certo, insieme a capitan Magnanelli, Berardi rappresenta molto per un Sassuolo che forse in pochi avrebbero considerato capace di disputare la terza stagione consecutiva in massima serie.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Mister Bucchi dopo Sassuolo-Bologna: “La strada è quella giusta, stiamo crescendo. Sconfitta immeritata”.

Sassuolo-Bologna 0-1. Ennesima sconfitta in campionato, quattro punti in classifica e solo tre gol fatti. …

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi