sabato , 22 luglio 2017
Home / Campionato / Bravo Empoli: Sassuolo a gambe all’aria

Bravo Empoli: Sassuolo a gambe all’aria

Essere sportivi è d’obbligo. E l’essere sportivi, in questo caso, porta a fare i complimenti all’Empoli per la vittoria sul Sassuolo. Quando chi gioca meglio (o meno peggio) supera l’avversario succede quel che è giusto accada, a prescindere dal fatto che gli sconfitti possano vestire i propri colori prediletti.

Premesso questo, l’1-0 del Castellani ha mostrato un Sassuolo troppo brutto per essere vero (espressione già usata su queste pagine), completamente molle e assente per oltre un’ora dal terreno di gioco. Lo stesso Di Francesco ha sottolineato la bravura degli uomini di Giampaolo, sostituito nell’occasione dal vice Martuscello, nel tenere il punto della partita raccogliendo tre punti preziosissimi. Ma è stato più merito dell’Empoli o demerito del Sassuolo?

L’inatteso infortunio di Berardi a pochi minuti dal fischio d’inizio, peraltro il secondo stop per il talentuoso calabrese dall’inizio del campionato, ha indubbiamente avuto il suo peso sulla tenuta mentale della squadra. Matteo Politano, inaspettatamente titolare, non ha retto il peso della responsabilità e la sua prestazione ne ha risentito. Anche Defrel, pur generoso nel seguire diligentemente gli ordini di Di Francesco quando nel secondo tempo è stato spostato sulla corsia destra dell’attacco, non è riuscito a combinare nulla di buono. D’altra parte il centrocampo, visibilmente sottotono, non ha servito palloni dignitosi agli avanti neroverdi.

fonte: repubblica.it
fonte: repubblica.it

Capitolo a parte quello sulla difesa. Sulle corsie esterne Vrsaljko (soprattutto per l’erroraccio che ha portato all’angolo della rete empolese) e Peluso non hanno convinto, mentre la coppia centrale Cannavaro-Terranova avrebbe meritato, tutto sommato, la sufficienza, ma il posizionamento suicida che ha permesso a Maccarone di svettare indisturbato ha comunque un’incidenza fortissima sul giudizio finale. Ed è normale che sia così: una distrazione a pochi minuti dal termine di un incontro che si merita di perdere ma si sta ancora pareggiando è purtroppo molto grave.

Qualche sprazzo di luce, comunque, c’è: Floro Flores cerca sempre di dare dinamismo alla manovra, mentre gli ingressi di Sansone e Laribi hanno davvero fatto cambiare marcia alla squadra. Forse Di Francesco avrebbe dovuto operare cambi già tra il primo e il secondo tempo, dopo una prima frazione a tratti imbarazzante: ma è chiaro che il mister avrà fatto le proprie valutazioni a ragion veduta.

Il Sassuolo perde così l’imbattibilità, ma francamente non è il momento di abbandonarsi a catastrofisimi. Ora la pausa Nazionali sarà fondamentale per riprendere il filo di un discorso che resta positivo: su sette partite una sconfitta ci può tranquillamente stare. Lascia pensare il modo in cui la sconfitta è maturata, ovvero il crollo prima di tutto psicologico contro un avversario apparentemente abbordabile che comunque, lo ripetiamo, ha giocato meglio e meritato i tre punti. Dopo lo stop al campionato arrivano tre incontri caldi contro Lazio, Milan e Juventus. Se i neroverdi si dimostreranno in grado di sfoderare, soprattutto sul piano delle prestazioni, le loro armi migliori, i tifosi potranno stare tranquilli: il buon campionato finora disputato non è stato un fatto casuale.

L’importante è non fossilizzarsi sul risultato: se quel tiro di Sansone fosse finito in rete quell’ora di non-gioco non sarebbe miracolosamente evaporata…e il Sassuolo resta sempre a pari punti con il Chievo (decisamente in forma) e con quel Napoli che non può essere propriamente definito una squadretta.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Massimiliano Todeschi
Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

Davide Frattesi e Riccardo Marchizza

Marchizza e Frattesi in coro: “Sassuolo piazza ottima per i giovani”

Il Sassuolo prosegue la sua preparazione in vista della prossima stagione a Vipiteno e, in …

CHIUDI
CLOSE

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi