mercoledì , 29 marzo 2017
Home / Campionato / Allarme terzino: Gazzola o Fontanesi?

Allarme terzino: Gazzola o Fontanesi?

Per Eusebio Di Francesco è arrivata un’altra tegola. Il giudice sportivo ha squalificato per una giornata Sime Vrsaljko, espulso nel finale della gara pareggiata con l’Atalanta. Oltre a Berardi, dunque, un ulteriore importante tassello della compagine neroverde viene a mancare in previsione della trasferta di Roma di domenica.

Si aprono dunque alcuni interrogativi, il primo fra tutti è: Gazzola o Fontanesi? Il primo dei giocatori citati sarebbe la riserva “di ruolo” apparentemente più adatta per sostituire il nazionale croato, che con un errore che ha rischiato di compromettere un pareggio difeso con le unghie e con i denti. Ma come ben si ricorderà, l’emergenza difensiva dello scorso anno ha portato all’esordio, decisamente positivo, del classe ’96 Leonardo Fontanesi, catapultato in men che non si dica dalla Primavera alla prima squadra. Peraltro, il giovanissimo e talentuoso difensore neroverde ha esordito dal primo minuto nello 0-0 casalingo con il Palermo, fornendo una prestazione convincente, e una maglia da titolare gli è stata affidata anche due settimane più tardi, quando il Sassuolo batté il Milan grazie a una tripletta di Berardi.

Forse il rilancio di Leonardo potrebbe essere preferibile? Molti indizi, tra i quali l’indubbia stima di Di Francesco per il ragazzo, porterebbero a questa soluzione. Ma c’è un però: certo, Fontanesi ha esordito brillantemente in massima serie, ma fuori ruolo. Infatti nella Primavera neroverde è stato sempre schierato come centrale difensivo, e il suo spostamento sulla fascia è stato dettato da necessità emergenziali. Peraltro, anche nel corso delle amichevoli pre-campionato il mister ha schierato il numero 21 del Sassuolo come centrale. Che il timoniere neroverde abbia fatto “tornare in posizione” Fontanesi, preferendo dunque affidarsi a Gazzola, maggiormente abituato alla posizione di esterno basso?

fonte: sassuolocalcio.it
fonte: sassuolocalcio.it

Ma i dubbi sul versante terzini non finiscono qui. Longhi, al momento, risulta ancora fuori causa e si sta allenando a parte, con Berardi ed Antei. Di conseguenza parrebbe ovvia la titolarità di Peluso, che ha occupato stabilmente la fascia sinistra nel corso della prima parte del campionato. Tutti hanno però ancora negli occhi l’assist a Pinilla che ha vanificato il momentaneo 1-1 di capitan Magnanelli. È il caso di dare di nuovo fiducia a Federico o, forse, anche per mere questioni psicologiche, può essere consigliabile studiare un’altra soluzione. E, se sì, quale? Forse uno spostamento di Gazzola sulla fascia sinistra, per lasciare la destra libera per il ritorno in campo di Fontanesi? I prescelti per il ruolo di terzino, è bene ricordarlo, si potrebbero trovare a doversi opporre a Iago Falque, o a Gervinho, o ancora a Mohamed Salah, che già ha segnato una rete a Consigli con la maglia della Fiorentina lo scorso anno. Meglio dunque adottare tutte le cautele del caso…

Per ora abbiamo solo una certezza: ipotizzare la formazione che andrà a scontrarsi con i giallorossi non sarà impresa facile, ma la fiducia in Di Francesco rimane un punto fermo.

di Massimiliano Todeschi

GUARDA ANCHE: .

Riguardo Massimiliano Todeschi

Giornalista fulminato sulla via di Sassuolo dopo decenni di indifferenza verso il calcio. Miracoli neroverdi.

Potrebbe Interessarti

infografica scadenza

Magnanelli, Cannavaro e gli altri: in sette in scadenza a giugno

Sono ben sette i giocatori del Sassuolo che a giugno andranno in scadenza di contratto. …

CHIUDI
CLOSE

Questo sito si avvale di cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi